Logo di CRiDA
Riabilitazione 
  
Via Pacchiani, 4  59100 Prato - Tel. 0574 442180  Fax 0574 440503  

linea di separazione

  Home Riabilitazione Medic. Specialistica Area Socio-Sanitaria Att. a Pagamento Servizio Civile News Trasparenza Contatti
linea di separazione

scritta riabilitazione

 


 

CRiDA è convenzionata con l'ASL di Prato per i sguenti trattamenti riabilitativi:

-
Trattamenti riabilitativi in ambito ortopedico-reumatologico
-
Logoterapia
-
Linfedema arti superiori ed inferiori
-
Trattamenti riabilitativi in campo neurologico e geriatrico
-
Scoliosi
-
Trattamenti riabilitativi in acqua
linea di separazione
 Trattamenti riabilitativi in ambito ortopedico-reumatologico

La riabilitazione in ambito ortopedico-reumatologico prevede:

  • Trattamento delle deformazioni o dimorfismi del rachide con approccio di tipo globale (Mezière)
  • Trattamento dei dolori del rachide attraverso tecniche di rilassamento, miotensive, propriocettive,   trattamento delle fasce, massaggio connettivale pompage
  • Trattamento dell patologie della spalla: conflitto sub-acromiale, esiti per capsulite adesiva, esiti interventi per lussazione abituale spalla, postumi traumatici, spalla e arto superiore
  • Trattamenti postumi traumatici del ginocchio, nel recupero interventi per ricostruzione legamentosa, protesi ginocchio, patologie degenerative del ginocchio
  • Trattamenti coxartrosi, esiti intervento protesi, anche, postumi traumatici anche
  • Trattamento esiti interventi ernie del disco, con recidiva della sintomatologia dolorosa
  • Trattamenti intervento connettivo per piedi piatto-valghi. Postumi traumatici rachide
  • Trattamenti artrite reumatoide con individuazione di split finalizzati al “risparmio articolare”

Torna ad inizio pagina

linea di separazione

 Logoterapia

Questa tecnica riabilitativa è rivolta a bambini e adulti che presentano disturbi della parola.
Il trattamento effettuato non riguarda soltanto l’ambito delle alterazioni linguistiche, ma anche quello dei disturbi e dei meccanismi anatomo-funzionali, delle altre attività nervose superiori (prassie, percezione, intelligenza, memoria, ecc.).
Il trattamento viene impostato dopo una valutazione accurata per stabilire, attraverso test standardizzati, quali sianole capacità residue del paziente. In particolare:

il comportamento verbale del paziente nei due versanti dell’espressione e della comprensione, attraverso i canali orale e scritto e a diversi livelli di difficoltà
le capacità residue nei compiti di trasposizione: ripetizione, lettura ad alta voce, scrittura sotto dettatura, copia; anche questi a vari livelli di difficoltà.
linea di separazione
 Linfedema arti superiori ed inferiori

Il trattamento riabilitativo è parte integrante di un percorso e di un progetto regionale più ampio sostenuto dall’Istituto Toscano Tumori rivolto alle pazienti mastectomizzate.
Esso prevede la presa in carico con valutazione e trattamento degli esiti come:

  • Limitazioni articolari
  • Ipostemia dei muscoli
  • Squilibri a carico di rachide come conseguenza dell’intervento
  • Linfedemi dell’arto superiore interessato e quindi impostazione del linfodrenaggio manuale,della presso terapia, bendaggio dell’arto, individuazione dell’adeguato tutore per in contenimento dell’edema

Il Centro fornirà le informazioni utili al collegamento con tutti  gli altri servizi e associazioni territoriali che fanno parte del percorso riabilitativo oncologico per la donna operata al seno.

linea di separazione
 Trattamenti riabilitativi in campo neurologico e geriatrico

La riabilitazione in ambito neurologico e geriatrico prevede:

  • Riabilitazione nelle lesioni midollari, preparazione ad un corretto uso degli ausilii, individuazione dell’ausilio adatto. Preparazione all’autonomia
  • Riabilitazione negli esiti malattie vascolari (ictus), postumi trauma cranico, con applicazione di tecniche specifiche (Bobhat, Kabath, evocazione di componenti motorie assenti Grimaldi). Esercizio terapeutico conoscitivo
  • Trattamento delle malattie degenerative (sclerosi multipla, Morbo di Parkinson, SLA, distrofia muscolare)
  • Lesioni plesso brachiale
  • Trattamento neuropatie periferiche
  • Trattamento lesioni nervose periferiche, con individuazione split ed ausili
  • Malattie vascolari

 Scoliosi

La scoliosi è una malattia sociale che può avere conseguenze limitate o creare deformità irreversibili, con importanti complicazioni cardiorespiratorie o di limitazione funzionale.
Parlando di scoliosi è necessario fare una distinzione fra l’atteggiamento scoliotico (paramorfiscmi) e la scoliosi strutturata (dimorfismi) o evolutiva. In genere la scoliosi cosiddetta “idiomatica” rappresenta l’80% delle scoliosi evolutive, insorge alle soglie dello sviluppo puberale e tende ad aumentare in corrispondenza della maturazione ossea, e colpisce di preferenza il sesso femminile (7-8 casi su 10).
Se la scoliosi viene individuata precocemente ai primi segni di evolutività può essere curata e quindi contenuta ed arrestata senza gravi conseguenze. La diagnosi precoce rappresenta l’unica arma valida a disposizione.

Il nostro Centro si avvale di una equipe medico-ortopedica riabilitativa in grado di definire nei suoi giusti termini il problema e dare risposte adeguate. Con visite periodiche effettuate dagli ortopedici si stabilisce se è necessario un trattamento ortopedico e correttivo, attraverso trattamenti ambulatoriali individuali o di piccolo gruppo, dove i ragazzi verranno guidati alla conoscenza del loro corpo e quindi alla distinzione delle posture scorrette e corrette con esercizi propriocettivi, di stiramento, correttivi, con approccio di tipo globale, con piani di lavoro personalizzati.

linea di separazione
 Trattamenti riabilitativi in acqua

I risultati del trattamento in acqua sono dovuti alle proprietà fisiche della stessa, che portano un corpo immerso ad avere una galleggiabilità ed una spinta idrostatica che insieme daranno la sensazione di perdita di gravità.
Tale sensazione di “leggerezza” permette al paziente di muovere le sue articolazioni più liberamente e con un minor sforzo rispetto allo stesso movimento eseguito a terra.
Un’efficace progressione negli esercizi in acqua si può avere usando il galleggiamento:

  • prima come sostegno al movimento
  • poi come aiuto
  • e infine come resistenza

L’uso poi di attrezzi vari quali i galleggianti, pinne, e altro porterà a variazioni nell’intensità degli esercizi che si potranno adattare a qualsiasi forza muscolare.

Da quanto detto il trattamento in acqua potrà essere indicato come primo approccio preparatorio o complementare al trattamento in palestra come attività di mantenimento dei risultati ottenuti.

Torna ad inizio pagina

 

 

 




linea di separazione

Fondazione CRiDA
- Via Pacchiani, 4  59100 Prato - Tel. 0574 442180  Fax 0574 440503    P.Iva 01996050975